Trenitalia… viaggiare quando dicono loro

Domani per vari motivi devo andare a Firenze. Da brava mamma ecologica cerco sempre di usare i mezzi pubblici. E cosi questa mattina ho prenotato il servizio di assistenza con la Sala Blu. Ho guardato il sito e trovato due treni, uno per andare e uno per tornare, che fossero compatibili con i miei impegni.
Perche`, forse Trenitalia e RFI non lo sanno, anche noi disabili su sedia a rotelle abbiamo degli impegni. Una vita insomma. Bene. Preso nota dei due treni segnalati per altro come attrezzati per i disabili, alle 11 mando email alla sala blu. E prima di mezzogiorno mi arrivano i due sms con la conferma del servizio attivato.
Alle 18:45 ricevo una telefonata dalla Sala Blu di Firenze che mi informa che il treno da me richiesto, e da loro prenotato, risulta da comunicazione RFI non attrezzato. Un imprevisto. Mi suggeriscono di prendere un treno 30 minuti prima.
Ora qualche considerazione.
1~ prendere un treno 30 minuti prima vuol dire cambiare dei programmi di spostamento a Firenze. Mi muovo in sedia a rotelle, non posso correre da un posto all`altro come nulla fosse. Devo fare i conti con marciapiedi distrutti, marciapiedi inaccessibili, mezzi pubblici senza pedane…
2~ non puoi chiamare alle 18:45 e come se nulla fosse chiedere scusa per l`inconveniente. Come riprogrammo la giornata di domani a quell`ora?
3~ a che serve indicare sul sito quali treni sono attrezzati e quali no se poi fate come cavolo vi pare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *