Lo IAT di Reggio Emilia e quella domanda "Cosa intende per accessibilità" che si ripete.

A Reggio Emilia in questo giorni si tiene l’evento Fotografia Europea 2018 e tra le tante mostre ce ne sono due che mi sarebbe piaciuto vedere di persona. Su segnalazione di una mia amica blogger, Monica, ho scoperto di questo evento e allora decido che ci voglio andare, cerco informazioni e poi decido di chiamare lo IAT di Reggio Emilia. E alla fine ho deciso che a Reggio Emilia ci andrò per creare qualcosa che loro non hanno. E nel 2018 fa paura. 

Bella Italia EFA Village: mare e montagna per la famiglia "con le rotelle"

Se siete una famiglia, se come me avete problemi motori e volete coniugare una vacanza rilassante e accessibile, per voi, e divertente per i vostri figli, i Villaggi EFA Bella Italia in Friuli Venezia Giulia sono la soluzione che stavate cercando. E vi permettono anche di decidere se andare in vacanza al mare (tutto l’anno) o in montagna (estate o inverno).

I viaggi in bus low-cost sono inaccessibili. FlixBus e Baltour non sono attrezzati per disabili

Mi dicono sia facile viaggiare quando hai la macchina. Vero. Quindi ho deciso che avrei fatto ROMA – MILANO in bus, uno di quei bus low-cost. Avevo due scelte FlixBus e Baltour. Ho consultato i loro siti web, trovato le tratte, le tariffe, economiche da paura, e poi…

Paestum: a passeggio tra i templi – Video

I ponti che stanno arrivando saranno l’occasione per visitare, con tutta la famiglia, i templi dell’Area Archeologica di Pastum.  Un parco archeologico bellissimo, ben mantenuto e curato, in ogni aspetto, anche in quello dell’accessibilità.
I percorsi sono diversi e tutti interessanti. Uno in particolare permette di entrare all’interno di uno dei templi anche alle persone in sedia a rotelle.

Mangiare "napoletano" e accessibile al ristorante O' Marì a Matera

E’ stato un caso fortunato trovare questo posto dove mangiare a Matera. Una bellissima pizzeria-ristorante nei sassi, raggiungibile senza fatica e completamente accessibile. Non ci speravo e invece da “O Marì” mi sono trovata benissimo. 

Quando l'accessibilità fa paura. Come non fare l'host

Ormai dovreste saperlo. Scrivermi o coinvolgermi in qualcosa riguardante i viaggi vi sottopone al rischio di passare al vaglio dell’accessibilità. Se questa parola ormai sta entrando nel vocabolario quasi quotidiano di tutti, fatica a diventare una pratica. La cosa però che sta uscendo in questo periodo, sarà la primavera, è che la parola accessibilità fa paura. E spesso gli operatori turistici non sono capaci di gestire una richiesta banale come quella “Posso venire da te con la mia sedia a rotelle?“.

Weekend di primavera: Bormio tra terme, sci e buona cucina

Continua il viaggio alla scoperta di mete primaverili per un weekend ‘fuori porta’. Dove andare per unire natura, divertimento e buona cucina e fare tutto in un weekend? Questa volta ho scelto la mia regione Natale, la Lombardia e il comune di Bormio. È la metà ideale se avete una famiglia come quella che avevo io da piccola: mamma che vorrebbe rilassarsi e babbo che vorrebbe solo stare in mezzo alle montagne, e entrambi che amano la buona cucina.

Sei disabile? La stanza normale non te la diamo. Stai a casa

Chi mi segue sa quanto io ami essere autonoma. Chi mi legge sa che non ho paura di dire che ho la sclerosi multipla, che uso la sedia a rotelle e che se serve posso alzarmi (ancora ci riesco per fortuna) e fare due passi (gradini o altre barriere impossibili altrimenti). E tutti sapete che quando viaggio da sola uso la sedia per spostarmi ma, se serve uso le stampelle. Beh. Mi hanno detto che ‘no, non possiamo ospitarla perché non abbiamo la stanza attrezzata‘. E non era una organizzazione del mondo incivile. Erano italiani.

Weekend di primavera: gita al mare con pranzo ‘accessibile’ in spiaggia

Cosa fare in una soleggiata domenica di inizio aprile? Da Arezzo alle Marche ci vogliono circa due ore e mezza. E allora perché non andare a fare una gita al mare? Però dove? Dove trovare un lungomare accessibile? Dove Andrea Chandra non si annoi, possa giocare, e dove ci sia anche un posto accessibile per il pranzo? Non siamo ancora in piena stagione e molti locali sono chiusi. Se poi ci aggiungiamo che cerchiamo un ristorante accessibile e sul mare… Partiamo. Destinazione Porto Sant’Elpidio.

Weekend di primavera al Castello di Albola e Radda in Chianti

Si apre la stagione del bel tempo, dei weekend di sole e voglia di fuggire dalla città. Si apre la stagione dei viaggi veloci, della voglia di natura e di posti nel verde. Dove andare per una gita “veloce”? Cosa fare in un weekend libero non previsto? Semplice. Andare a Radda in Chianti e visitare il Castello di Albola. Qui potrete soddisfare tutte le vostre voglie di primavera. Anche quella del buon Chianti e della buona cucina toscana. Un’idea carina per una gita “fuori porta” o per un passaggio non ordinario, in una zona che sta scoprendo il turismo, quello vero, solo ora. E lo potrete fare in completa accessibilità, anche se la storia di questi posti nasce nel lontano 1010 d.C.