I viaggi in bus low-cost sono inaccessibili. FlixBus e Baltour non sono attrezzati per disabili

Mi dicono sia facile viaggiare quando hai la macchina. Vero. Quindi ho deciso che avrei fatto ROMA – MILANO in bus, uno di quei bus low-cost. Avevo due scelte FlixBus e Baltour. Ho consultato i loro siti web, trovato le tratte, le tariffe, economiche da paura, e poi…

Paestum: a passeggio tra i templi – Video

I ponti che stanno arrivando saranno l’occasione per visitare, con tutta la famiglia, i templi dell’Area Archeologica di Pastum.  Un parco archeologico bellissimo, ben mantenuto e curato, in ogni aspetto, anche in quello dell’accessibilità.
I percorsi sono diversi e tutti interessanti. Uno in particolare permette di entrare all’interno di uno dei templi anche alle persone in sedia a rotelle.

Quando l'accessibilità fa paura. Come non fare l'host

Ormai dovreste saperlo. Scrivermi o coinvolgermi in qualcosa riguardante i viaggi vi sottopone al rischio di passare al vaglio dell’accessibilità. Se questa parola ormai sta entrando nel vocabolario quasi quotidiano di tutti, fatica a diventare una pratica. La cosa però che sta uscendo in questo periodo, sarà la primavera, è che la parola accessibilità fa paura. E spesso gli operatori turistici non sono capaci di gestire una richiesta banale come quella “Posso venire da te con la mia sedia a rotelle?“.

Weekend di primavera: Bormio tra terme, sci e buona cucina

Continua il viaggio alla scoperta di mete primaverili per un weekend ‘fuori porta’. Dove andare per unire natura, divertimento e buona cucina e fare tutto in un weekend? Questa volta ho scelto la mia regione Natale, la Lombardia e il comune di Bormio. È la metà ideale se avete una famiglia come quella che avevo io da piccola: mamma che vorrebbe rilassarsi e babbo che vorrebbe solo stare in mezzo alle montagne, e entrambi che amano la buona cucina.

Weekend di primavera al Castello di Albola e Radda in Chianti

Si apre la stagione del bel tempo, dei weekend di sole e voglia di fuggire dalla città. Si apre la stagione dei viaggi veloci, della voglia di natura e di posti nel verde. Dove andare per una gita “veloce”? Cosa fare in un weekend libero non previsto? Semplice. Andare a Radda in Chianti e visitare il Castello di Albola. Qui potrete soddisfare tutte le vostre voglie di primavera. Anche quella del buon Chianti e della buona cucina toscana. Un’idea carina per una gita “fuori porta” o per un passaggio non ordinario, in una zona che sta scoprendo il turismo, quello vero, solo ora. E lo potrete fare in completa accessibilità, anche se la storia di questi posti nasce nel lontano 1010 d.C.

‘Io lo adotto!’ Riassunto della visita al Museo Galileo di Firenze

Firenze ha tantissimi luoghi ‘nascosti’ che possono essere ottimi posti per passare un pomeriggio diverso con i propri figli. Uno di questi è il Museo Galileo. Un posto ricco di storia e di scienza, che sa coinvolgere i bambini.

Aiuto! Mi sono persa nella stazione di Firenze SMN e mi è costato 12,50 euro

Domenica mattina. Decidiamo di andare a Firenze a fare un giro. In treno. Maledetta me e quando ho pensato al treno. Perché la stazione di Santa Maria Novella a Firenze è un labirinto se devi ripartire e arrivi dal Duomo. Se sei in sedia a rotelle poi, armatevi di pazienza e anche un po’ di ironia. E magari sedia a motore o spingitore dotato di fiato e gambe.

Estate accessibile 2018 – Marotta e Nova Siri

Ogni anno vengo sommersa di richieste su dove andare al mare, dove trovare strutture e spiaggia accessibili e attrezzate. E succede sempre a luglio, quando i posti ormai sono in overbooking e non si trova nulla. Questa volta voglio giocare d’anticipo e un po’ per volta vi racconto delle varie località di Mare accessibili che ho trovato in Italia girando in questi anni.
Come prime destinazioni vi segnalo Marotta, in provincia di Pesaro, e Nova Siri in provincia di Matera.

Bardonecchia: non solo sci e neve

In questi ultimi giorni di inverno sono stata di nuovo a Bardonecchia. Ma non ho voluto passare tutti i giorni sulle piste da sci. Nonostante la neve stupenda e le bellissime giornate di sole ho pensato che sarebbe stato bello andare anche a vedere cosa si trova in giro. In fondo non a tutti piace sciare.

Abbiamo ritrovato il gatto al museo Egizio (VIDEO)

Era un sabato pomeriggio. Eravamo a Torino e avevamo tempo prima dell’appuntamento successivo. E allora abbiamo deciso di andare a vedere il museo Egizio, quello che in questi giorni è stato tanto nominato. Per chiarire il mio pensiero: anche io sono entrata gratis, quindi se qualcuno vuole lamentarsi si lamenti anche del fatto che i disabile (e relativi accompagnatori) entrano gratis (anche se non parlano arabo). Andrea ha raccontato un po’ la sua esperienza qui.